Holacracy vs AEquacy

Holacracy vs AEquacy

Spesso ci viene chiesto se AEquacy è simile ad Holacracy. C’è una tendenza naturale a correlare i sistemi che si basano sullo stesso concetto di auto-gestione. Ma ci sono profonde differenze tra AEquacy e Holacracy. Proviamo ad elencare alcuni di essi con il disclaimer che potremmo essere parziali, considerando che come autori di AEquacy non siamo equidistanti dai due sistemi.

   Paradigma sottostante

Holacracy è stata creata da un imprenditore nel campo dello sviluppo di software e il paradigma sottostante al suo sistema può essere facilmente descritto come “l’organizzazione come un computer”: tutto è reso procedurale per mantenere l’ordine e l’efficienza nel sistema; i ruoli hanno importanza invece delle persone e le opinioni ed emozioni personali devono essere tenute fuori dalle conversazioni.
AEquacy è stato sviluppato da esperti di cambiamento organizzativo e il paradigma alla base del progetto è “l’organizzazione come sistema vivente”: ci sono alcuni elementi costitutivi nel framework di AEquacy, non prescrittivi, e i partecipanti al sistema si fanno coaching l’un l’altro per raggiungere l’efficacia del team / organizzazione. Le persone sono considerate nella loro interezza, con le loro emozioni e opinioni incluse.

Paradigma sottostante

Holacracy è stata creata da un imprenditore nel campo dello sviluppo di software e il paradigma sottostante al suo sistema può essere facilmente descritto come “l’organizzazione come un computer”: tutto è reso procedurale per mantenere l’ordine e l’efficienza nel sistema; i ruoli hanno importanza invece delle persone e le opinioni ed emozioni personali devono essere tenute fuori dalle conversazioni.
AEquacy è stato sviluppato da esperti di cambiamento organizzativo e il paradigma alla base del progetto è “l’organizzazione come sistema vivente”: ci sono alcuni elementi costitutivi nel framework di AEquacy, non prescrittivi, e i partecipanti al sistema si fanno coaching l’un l’altro per raggiungere l’efficacia del team / organizzazione. Le persone sono considerate nella loro interezza, con le loro emozioni e opinioni incluse.

Subordinazione vs uguaglianza   

In Holacracy sopravvive la subordinazione: super-cerchi (team di ordine superiore) e Lead Link, come suggeriscono i loro nomi, hanno più potere su rispettivamente i sotto-cerchi (team di ordine inferiore) e gli altri membri del cerchio. In effetti, i super-cerchi hanno autorità sui sotto-cerchi e definiscono i loro obiettivi e le loro metriche. Il Lead Link è responsabile dell’assegnazione dei ruoli, dell’assegnazione delle risorse e della definizione di priorità, strategie e metriche all’interno del cerchio.
In AEquacy tutte le relazioni sono basate sull’eguaglianza: ai team viene assegnato uno scopo ma l’organizzazione si fida che il team possa determinare gli obiettivi e le metriche che lo avvicineranno al suo scopo in piena autonomia. Non esiste un team che abbia più importanza o più potere di un altro. Il coordinamento è assicurato dal team di coordinamento i cui membri sono semplicemente rappresentanti dei team collegati e sono tutti pari.

Subordinazione vs uguaglianza

In Holacracy sopravvive la subordinazione: super-cerchi (team di ordine superiore) e Lead Link, come suggeriscono i loro nomi, hanno più potere su rispettivamente i sotto-cerchi (team di ordine inferiore) e gli altri membri del cerchio. In effetti, i super-cerchi hanno autorità sui sotto-cerchi e definiscono i loro obiettivi e le loro metriche. Il Lead Link è responsabile dell’assegnazione dei ruoli, dell’assegnazione delle risorse e della definizione di priorità, strategie e metriche all’interno del cerchio.
In AEquacy tutte le relazioni sono basate sull’eguaglianza: ai team viene assegnato uno scopo ma l’organizzazione si fida che il team possa determinare gli obiettivi e le metriche che lo avvicineranno al suo scopo in piena autonomia. Non esiste un team che abbia più importanza o più potere di un altro. Il coordinamento è assicurato dal team di coordinamento i cui membri sono semplicemente rappresentanti dei team collegati e sono tutti pari.

   Implementazione

In Holacracy, l’implementazione è top-down (nelle parole di Brian Robertson: “L’attuale sede del potere firma la costituzione Holacracy e da quel momento in poi, l’azienda si muove verso le regole del gioco di Holacracy”) e non tiene conto di alcun processo di gestione del cambiamento.
In AEquacy, l’implementazione è di tipo bottom-up (con la sponsorizzazione del management). Noi raccomandiamo che tutti i dipendenti (o una vasta rappresentanza di essi) siano coinvolti nella decisione di adottare il nuovo sistema e nella progettazione della nuova organizzazione. AEquacy prevede un processo di gestione del cambiamento per un’adozione senza intoppi, basato sull’esperienza di oltre 15 anni degli autori nella trasformazione organizzativa e culturale.

Implementazione

In Holacracy, l’implementazione è top-down (nelle parole di Brian Robertson: “L’attuale sede del potere firma la costituzione Holacracy e da quel momento in poi, l’azienda si muove verso le regole del gioco di Holacracy”) e non tiene conto di alcun processo di gestione del cambiamento.
In AEquacy, l’implementazione è di tipo bottom-up (con la sponsorizzazione del management). Noi raccomandiamo che tutti i dipendenti (o una vasta rappresentanza di essi) siano coinvolti nella decisione di adottare il nuovo sistema e nella progettazione della nuova organizzazione. AEquacy prevede un processo di gestione del cambiamento per un’adozione senza intoppi, basato sull’esperienza di oltre 15 anni degli autori nella trasformazione organizzativa e culturale.

Il ruolo del Facilitatore / Coach   

In Holacracy, il ruolo del facilitatore è simile a quello di un arbitro. Il ruolo di facilitatore di Holacracy è, nelle parole di Brian Robertson “solo quello di far rispettare le regole. Chiama il fuori campo, rimette le persone sui binari. Così semplice”. Le regole e le procedure sono centrali.
In AEquacy, il ruolo del coach è quello di supportare il team per riconoscere e agire sulle loro dinamiche, per fungere da cassa di risonanza per il team e facilitare i meeting. Il coach aiuta il team a svilupparsi ed evolvere, perché in AEquacy le persone sono centrali.

Il ruolo del Facilitatore / Coach

In Holacracy, il ruolo del facilitatore è simile a quello di un arbitro. Il ruolo di facilitatore di Holacracy è, nelle parole di Brian Robertson “solo quello di far rispettare le regole. Chiama il fuori campo, rimette le persone sui binari. Così semplice”. Le regole e le procedure sono centrali.
In AEquacy, il ruolo del coach è quello di supportare il team per riconoscere e agire sulle loro dinamiche, per fungere da cassa di risonanza per il team e facilitare i meeting. Il coach aiuta il team a svilupparsi ed evolvere, perché in AEquacy le persone sono centrali.

Scopri la struttura dell’azienda del futuro, un’azienda senza capi e senza una struttura gerarchica.

Inizia oggi il cammino della tua azienda per incrementare:
R

Velocità

R

Performance

R

Collaborazione

R

Innovazione

AEquacy – Il Nuovo Design Organizzativo Centrato sull’Uomo per prosperare in un mondo complesso

“Un contributo importante alla nostra comprensione dei cambiamenti strutturali necessari per promuovere la collaborazione organizzativa e l’innovazione. Altamente raccomandato.” Michael J. Gelb (Autore di Pensare come Leonardo da Vinci e Innovate like Edison)

Scarica GRATIS il primo capitolo

Scopri la struttura dell’azienda del futuro, un’azienda senza capi e senza una struttura gerarchica.

Inizia oggi il cammino della tua azienda per incrementare:
R

Velocità

R

Performance

R

Collaborazione

R

Innovazione

AEquacy – Il Nuovo Design Organizzativo Centrato sull’Uomo per prosperare in un mondo complesso

Scarica GRATIS il primo capitolo

“Un contributo importante alla nostra comprensione dei cambiamenti strutturali necessari per promuovere la collaborazione organizzativa e l’innovazione. Altamente raccomandato.” Michael J. Gelb (Autore di Pensare come Leonardo da Vinci e Innovate like Edison)